Archivio mensile Ottobre 2021

DiSilvia

Come mantenersi in forma durante l’inverno

Le temperature scendono e per molti questa è l’occasione per farsi coccolare dal comfort food cercando poi di rimettersi in forma in primavera. In realtà con uno stile di vita sano ed equilibrato ci si può godere il periodo di festività natalizie continuando a fare sport ma gustandosi i piatti a tavola. Allenarsi all’aperto può sembrare controproducente ma in realtà risulta una delle migliori attività: oltre a far bene al corpo, fa bene anche all’umore aiutandoci a restare un po’ all’aperto, cosa che in inverno facciamo pochissimo. È sufficiente utilizzare abbigliamento termico e tecnico per poter correre o fare attività sportiva in un parco, anche durante le giornate più fredde. Che tu scelga di allenarti all’aperto o che tu preferisca la palestra però devi sapere che c’è un alleato che può fare la differenza: il fitness tracker, un orologio da polso in grado di aiutarti con grafici e statistiche a monitorare i tuoi allenamenti e i tuoi progressi. Come ci si mantiene in forma durante l’inverno? Ecco qualche consiglio utile.

Mantenersi in forma durante l’inverno: qualche consiglio

Per prima cosa vogliamo sottolineare quanto sia importante avere uno stile di vita equilibrato; fare attività sportiva e mangiare bene sono due pilastri fondamentali per poter mantenere una buona forma corporea. Non si tratta solo di estetica ma anche di salute; un corpo alimentato correttamente e allenato può dare meno problemi, soprattutto sul lungo periodo. Poi veniamo a qualche consiglio pratico:

  • Seguire una dieta bilanciata – in estate le occasioni mondane ci portano a sgarrare più spesso, in inverno sono invece le festività il campanello d’allarme. In realtà mantenendo uno stile di vita sano si possono godere le festività in tutta tranquillità. Attenzione a non fare diete drastiche, l’eliminazione di carboidrati o grassi necessari per una dieta sana è assolutamente sconsigliato.
  • Vitamine – le vitamine possono aiutare, soprattutto nel periodo invernale, a mantenere alte le energie e i livelli di autodifesa del corpo. Un sistema immunitario pronto può fare la differenza e aiutarti a mantenerti in forma.
  • Fare sport all’aria aperta – capiamo l’esigenza di allenarsi in palestra in inverno, infatti garantisce un ambiente con una temperatura idonea ed evita sbalzi termici che possono portare a malanni di stagione, di contro però toglie la bellezza dello sport all’aperto oltre al buon umore che possono dare sole e aria fresca.
  • Fare la sauna – un altro consiglio che possiamo darti è quello di fare la sauna. Si tratta di una tecnica ottima per aiutare il corpo a purificarsi grazie all’azione detox.
  • Bere molto – l’idratazione è fondamentale e sappiamo che in inverno crollando le temperature diventa molto più difficile bere con continuità e abbondantemente. Un suggerimento può essere quello di utilizzare dei te o delle tisane per poter raggiungere comunque una buona quantità di liquidi durante il giorno.
  • Dormire – sembrerà un consiglio banale ma in realtà per poter mantenersi in forma il riposo è fondamentale. Almeno 6 ore a notte, preferibilmente 8, ma soprattutto cercare di mantenere un ritmo sonno veglia regolare con orari stabili.

Allenarsi all’aperto in inverno: cosa ti serve davvero

Se vuoi allenarti in inverno per mantenersi in forma devi avere attrezzatura adeguata; fare sport all’aperto significa indossare abbigliamento tecnico e funzionale in grado di mantenere stabile la temperatura corporea senza impacciare i movimenti. Un alleato assolutamente necessario è però il fitness tracker, non un semplice contapassi o contacalorie ma un vero e proprio strumento per poter monitorare progressi e benefici di ogni seduta sportiva. Se cerchi dove acquistare un fitness tracker efficiente, di ultima generazione, compatibile con molti smartphone e a prezzi competitivi visita webpointzero.com che in una tabella comparativa ha mostrato i migliori activity tracker confrontandoli per prezzo, funzionalità, materiali e batteria. Modelli con GPS, Bluetooth, impermeabilità e una buona autonomia di batteria si alternano sul mercato, andando ad inserirsi poi in diverse fasce di prezzo.

DiSilvia

Pulizie uffici Roma, servizi di igiene e pulizia altamente qualificati

Il disordine che purtroppo regna in qualsiasi ufficio, può sembrare caotico e stressante e potrebbe portare ad una riduzione di produttività ed efficacia.

Secondo recenti studi, infatti, produttività ed efficacia si riducono ogni volta che si lavora in un ambiente disordinato.

Per migliorare il proprio umore e le propri prestazioni, bisogna ricorrere ad imprese specializzate nelle pulizie uffici Roma, in grado non solo di sanificare a fondo l’ambiente lavorativo ma anche di ricreare un ambiente armonico ed equilibrato.

Tra le varie presenti anche online, è possibile rivolgersi a WNP, impresa di pulizie a Roma, in grado di assicurare al proprio ufficio, una pulizia impeccabile, potendo contare anche su personale altamente specializzato e competente.

Inoltre, l’azienda fornisce sempre validi consigli in merito all’organizzazione della propria postazione, per evitare che documenti importanti vadano persi.

Vediamo insieme quali sono.

Pulizie uffici Roma: valutare ciò di cui si ha bisogno ed eliminare il superfluo 

pulizie-uffici-roma

Per uno spazio di lavoro veramente pulito, è meglio iniziare da zero; meglio rimuovere tutto dalla scrivania, dai cassetti e dagli scaffali e creare delle pile ordinate sul pavimento o in un’altra stanza.

Ora che la scrivania è vuota, bisogna prendersi del tempo e analizzare bene tutto quello che si ha a disposizione per determinare ciò di cui si ha veramente bisogno; potreste sorprendervi nello scoprire quante penne, cartelle, note adesive e altre forniture extra avete avuto per tutto questo tempo inutilmente.

Mentre esaminate gli oggetti da ufficio, create tre pile:

  • conserva,
  • archivia,
  • elimina.

Gli elementi nella pila “da tenere” dovrebbero includere le cose di cui si ha davvero bisogno per il lavoro giornaliero e settimanale.

La pila “da archiviare” dovrebbe includere documenti e informazioni importanti che devono essere conservati ma non hanno bisogno di essere a vista diretta ogni giorno; è possibile anche dividere questo gruppo in due sottogruppi: uno per l’archiviazione annuale e un altro per l’archiviazione a lungo termine.

Infine, la pila “da eliminare” dovrebbe includere oggetti che si possono buttare via o donare; una volta fatto ciò, la scrivania sarà più libera ed effettuare le pulizie uffici Roma, sarà molto più agevole.

Riorganizzare lo spazio utilizzando divisori e scaffali

pulizie-uffici-roma

Se lo spazio del proprio ufficio viene regolarmente ingombrato subito dopo la pulizia, meglio analizzare il proprio layout; gli oggetti che si usano ogni giorno, dovrebbero essere tenuti vicino per un facile accesso, mentre quelli che non vengono utilizzati spesso, possono essere riposti in cassetti o scaffali per mantenere lo spazio della scrivania privo di ingombri e facilitare così anche la pulizia.

Se si ha l’abitudine di gettare oggetti nei cassetti e lasciarli rimanere sparsi e disordinati, i divisori possono essere un valido aiuto: gli scaffali possono essere organizzati con raccoglitori, manuali, materiali di riferimento e altri documenti, mentre i divisori per cassetti, mantengono i piccoli oggetti da ufficio separati, organizzati e facili da individuare.

Una volta che si è stabilito quali oggetti tenere e quanto dovrebbero essere vicini, bisogna collocarli nei loro spazi organizzati; è fondamentale mantenere lo spazio sulla scrivania il più pulito e chiaro possibile per aiutare anche la ditta che si occuperà delle pulizie uffici Roma.

Infatti, quando l’ufficio è ordinato, bisognerebbe mantenerlo sempre in questo modo: dopo aver usato la scrivania ogni giorno, bisogna rimettere gli oggetti nei punti designati, il che significa collocare le penne nei supporti, archiviare i documenti e riporre i raccoglitori negli scaffali delle librerie.

Ecco perché è fondamentale prendere accordi con una ditta specializzata che si occupi di pulizie uffici Roma, per far mantenere pulito e igienizzato il proprio spazio di lavoro o postazione smart working.

Purtroppo, però, lavorare in un ambiente d’ufficio composto da più persone e mantenere pulita la propria scrivania potrebbe non essere sufficiente; dovrete riuscire a convincere tutta la squadra ad operare in maniera efficiente e ordinata.

In tempi difficili come questo che stiamo vivendo dove la pandemia da COVID 19 ha cambiato i nostri usi e modi di operare, affidarsi ad una ditta esperta per le pulizie degli uffici Roma è di fondamentale importanza.

 

DiSilvia

Marijuana Legale, gli effetti della Cannabis CBD

Effetti della marijuana legale

In natura, le specie vegetali svolgono un ruolo molto importante. Le sue varie proprietà consentono di trovare una pianta per ogni caso, come le varietà psicotrope. In questo caso parliamo della Marijuana Legale

Le piante o i composti psicotropi presenti in questi, sebbene siano noti per i loro usi “ricreativi”, hanno anche componenti medicinali che forniscono un valore aggiunto in varie condizioni.

In questa occasione, scopriremo qualcosa sulla storia della marijuana legale cannabis CBD, le generalità e gli effetti del consumo di CBD in malattie come la sclerosi multipla, tra le altre.

Storia della marijuana legale cannabis CBD

La pianta di Cannabis risale ad almeno 5.000 anni ed è una varietà originaria dell’Asia, tuttavia, si è diffusa in tutto il mondo durante i viaggi dei viaggiatori verso altre terre.

Già nell’antichità si distinguevano già due grandi sottotipi di Cannabis, ovvero marijuana e canapa con le rispettive specie. Questi erano usati per trattare i sintomi di depressione, stanchezza e questo tipo di comportamento in generale, ma in aggiunta, i loro effetti sedativi venivano usati in caso di insonnia, ansia o dolore .

La marijuana medica è ancora oggi utilizzata per alleviare il dolore, ma questi benefici sono costantemente oggetto di dibattito, soprattutto nei paesi in cui il suo uso è proibito o limitato alla popolazione.

In Cina, la canapa veniva utilizzata con grande facilità e versatilità per creare di tutto, dai vestiti al cibo. La pianta , invece, veniva utilizzata nell’ambito di cerimonie religiose .

Com’è una pianta di marijuana legale CBD ?

La forma della pianta di marijuana è stata culturalmente rappresentata e resa popolare grazie ai suoi numerosi sostenitori. Tanto che visivamente siamo in grado di riconoscere un foglio stampa, soprattutto se siamo esposti alla sua immagine come marchio su magliette, cappellini, zaini e ogni tipo di materiale.

Le coltivazioni di marijuana possono essere estese o casalinghe, che se non differisce è la presentazione della pianta, che di solito è corta e con rami forti.
È una pianta che ha un periodo di crescita annuale e se ne possono trovare esemplari femminili e maschili . Ha una tonalità verde intensa e ha una forma a foglia semitagliata molto particolare o con punte vistose.

Varietà Di Cannabis CBD

Fondamentalmente, ci sono tre grandi gruppi di Cannabis CBD Marijuana legale che possiamo descrivere e specificare grazie al fatto che sono usati più frequentemente, è la varietà sativa, indica e rudelaris.

La prima (sativa) si distingue per provenire da una pianta molto più grande, ciò significa che il suo tempo di crescita è più lungo di quello delle altre varietà, sebbene differisca anche per il colore delle sue foglie, che sono verdi ma più discrete. .
Essendo più grande, il tronco tende ad essere più alto; Poiché il suo tempo di crescita è più lungo, può continuare a fiorire, ma le sue dimensioni lo rendono adatto alla coltivazione esterna.

La varietà indica produce una foglia più spessa e non fine come la sativa . È una pianta che, volendo, consente una migliore pianificazione del raccolto poiché il suo tempo di crescita non è così volubile.

Per il suo breve tempo di maturazione, la pianta è più piccola e compatta, ma con foglie più grandi, più vistose e di colore verde più intenso.
L’ultima, rudelaris , è una varietà molto particolare, poiché non dovrà necessariamente crescere sotto una fonte di luce solare. Nel tuo caso, puoi esercitare questa funzione leggera da solo e iniziare normalmente il tuo periodo di crescita. Stando così le cose, questa varietà potrebbe avere maggiori probabilità di essere coltivata clandestinamente in casa, ma i suoi livelli di tch e cbd sono inferiori.

Principi attivi della Canapa

I principi attivi della canapa sono responsabili del suo potere terapeutico, tra questi ci sono THC, CBD e CBN, anche se ce ne sono molti altri, ma questi sono i più diffusi.

I principi attivi o cannabinoidi della marijuana legale agiscono sul sistema nervoso centrale ed è in questo modo che l’organismo può reagire ai loro effetti assumendo CBD.
Naturalmente, sono direttamente responsabili dell’attenuazione di alcuni sintomi di malattie che causano dolore al paziente o che impediscono il sonno profondo.

Tuttavia, è stato anche utilizzato per i suoi effetti benefici per aumentare l’appetito.

Il corpo umano è pieno di recettori capaci di catturare dosi di cannabinoidi per un effetto calmante. Poiché i principi attivi THC, CBD e CBN si trovano all’interno della pianta, vengono chiamati fitocannabinoidi per la loro costituzione naturale e organica ricca di CBD.

L’olio di CBD può anche essere estratto dalla canapa , che è legale in Spagna e viene fornito in una presentazione pratica. Il kenaf CBD e gli effetti di presentazione di un olio sono ampiamente conosciuti e adattabili a una varietà di sintomi.

Effetti di THC e CBD

Gli effetti più ricercati di questi principi attivi della Cannabis sono gli effetti che alterano la percezione. Per il consumatore di marijuana ricreativa, è necessario trovare piacere nei cosiddetti “viaggi” che possono essere intimi o accompagnati. Il significato di questi viaggi è fuggire dalla realtà e ritrovarsi in uno stato di vera estasi dove sia la percezione che i sensi sono alterati. Questo è un modo semplice per descrivere alcuni degli stati psicoattivi del THC.

Il CBD è uno psicotropo che a dosi normali o ben guidate non altera la salute né ha effetti collaterali. Inoltre, costituisce un potenziale sollievo alle conseguenze più fastidiose di alcune malattie, che gli conferisce la sua natura terapeutica. Viene consumato come analgesico, antinfiammatorio, anticonvulsivante, tra gli altri.

Il composto attivo THC o tetraidrocannabinolo ha effetti psicoattivi e produce sensazioni diverse nell’uomo. Uno di questi è il risveglio del piacere, l’attivazione dell’appetito (integratore alimentare) e agisce sulla memoria. Questo tipo di principio attivo ha scopi quasi interamente ricreativi ed è vietato per non fornire i benefici del CBD che sono di natura curativa. Naturalmente, queste proprietà psicoattive potrebbero essere utili anche nelle malattie che causano una diminuzione dell’appetito.

Cos’è la marijuana CBD?

Quando si parla di marijuana legale CBD, ci si riferisce a un principio attivo o all’uso a scopi medicinali della marijuana (cannabis medica), al di là dell’obiettivo ricreativo che possono cercare gli utenti che dedicano i loro sforzi a un consumo più piacevole.

Gli effetti medicinali delle gemme di CBD sono maggiori di quelli presenti nella marijuana TCH, motivo per cui è più spesso prescritta sia come trattamento per convulsioni, per spasmi muscolari o per agire direttamente sul cervello umano come antipsicotico.
Va notato che tra le malattie che potrebbero essere trattate utilizzando dosi di CBD marijuana come trattamento complementare ci sono:

  • Parkison
  • Sclerosi multipla – Alzheimer – Convulsioni – Epilessia
  • Ansia – Infiammazione intestinale
  • Cancro

La marijuana e gli effetti CBD possono fornire una migliore qualità della vita ai pazienti diagnosticati che vogliono alleviare il dolore e utilizzare la medicina alternativa ai loro trattamenti per altri effetti molto importanti.

Cannabis legale cosa dice la legge?

Da un punto di vista legale, molti paesi nel mondo concordano sul fatto che l’uso della marijuana a fini ricreativi debba essere perseguito. Lo status legale della Cannabis negli Stati Uniti è al punto in cui alcuni stati hanno legalizzato l’uso della marijuana, mentre in altri continua ad essere illegale.

In quasi tutti i paesi dell’Europa e dell’Africa, il consumo, il trasporto e la produzione di marijuana è considerato illegale, mentre in America Latina, sebbene sia illegale, questa pratica non viene criminalizzata.

In Europa è risaputo che i Paesi Bassi sono la nazione più flessibile in materia di marijuana, avendone legalizzato la produzione e la vendita in locali destinati al suo consumo.

Proprietà e benefici della Marijuana legale CBD ed effetti

Normalmente le proprietà e i benefici della Cannabis sono medicinali (cannabinoidi non psicoattivi), ecco perché è necessario parlare dell’effetto terapeutico della Cannabis se si hanno familiarità con i seguenti effetti sui sintomi.

Come agente antinfiammatorio, cioè per alleviare le infiammazioni del corpo in conseguenza di diversi disturbi; come analgesico, per attenuare un po’ il dolore quando viene a contatto con il cervello e i recettori del dolore; come anticonvulsivante per prevenire le manifestazioni dell’epilessia; come antiossidante, per proteggere le cellule dall’invecchiamento; come ansiolitico e antipsicotico, per proteggere la salute del cervello; tra gli altri effetti.

DiSilvia

Umidità di capillarità, quali le cause, gli effetti e le possibili soluzioni

Cos’è l’umidità di capillarità e quali sono le cause, gli effetti e le soluzioni? Esistono numerose forme di umidità dei muri, e la costante è sempre la stessa: l’acqua ha la capacità di risalire verso l’alto sfruttando il principio di capillarità, andando a sfidare lo stesso concetto di gravità. Che cosa sono i capillari? Possiamo definirli come dei condotti molto sottili presenti all’interno delle murature.

La principale causa dell’umidità in casa è ovviamente la capillarità, ma dobbiamo comprendere che cos’è il fenomeno nello specifico e quali possano essere le soluzioni immediate per risolvere la situazione. Allo stesso tempo, è molto importante richiedere un intervento di diagnosi per determinare la tipologia di umidità e per contrastarla in seguito. Scopri come eliminare l’umidità di capillarità e gli interventi davvero efficaci.

Umidità di capillarità: cos’è

Come si manifesta l’umidità di capillarità in casa? Anche detta umidità di risalita o umidità ascendente, è una nemica degli ambienti e della salute. Magari hai notato una macchia, un alone sul muro: sul lungo termine, però, possono verificarsi altri problemi, come efflorescenze, distacco dell’intonaco o anche lo sfarinamento. L’acqua presente andrà a tutti gli effetti a deteriorare la parete.

Il degrado da umidità ascendente è un processo che va bloccato, perché potrebbe portare alla formazione di muffe e di funghi potenzialmente pericolosi anche per la salute di chi abita in casa. In genere, la risalita di umidità è scatenata dalla vicinanza ad un corso d’acqua, ma anche in seguito a una perdita. In questo senso è molto importante puntare alla prevenzione dell’umidità, in particolare se si abita in un ambiente locato al piano terra o che presenti una parte seminterrata.

Cause dell’umidità di capillarità

La causa della presenza dell’umidità di capillarità è lo stesso principio. In genere, comunque, la capillarità avviene molto più frequentemente negli edifici vecchi o in costruzioni che sono state edificate scegliendo dei materiali scadenti. Solitamente i materiali che assorbono maggiormente umidità possono essere a base di tufo, arenaria, pomice, mattone pieno, calcarenite, macco.

Un altro aspetto da non sottovalutare in alcun modo è che talvolta un intervento di impermeabilizzazione potrebbe in effetti impedire all’umidità di capillarità di manifestarsi e di deteriorare le mura degli ambienti. Uno sbarramento impermeabile è essenziale: potrebbe rendersi inoltre utile l’installazione di un apposito deumidificatore. Per quanto riguarda l’intervento chimico, invece, le iniezioni di resina rimangono tra le tecnologie attuali migliori di sempre.

Gli effetti e le conseguenze dell’umidità in casa

Quali sono gli effetti negativi dell’umidità in casa? Si potrebbe fare l’errore di credere che sia una questione relativa all’estetica, ma non è affatto così. Un livello piuttosto importante di umidità in casa potrebbe dapprima arrecare danni all’ambiente, in quanto è tra le principali cause della proliferazione della muffa e dei funghi.

C’è da considerare nell’insieme, però, tutti quegli effetti sulla salute. Per esempio, gli individui che abitano in casa potrebbero sviluppare delle allergie, irritazioni della pelle e, nei casi più avanzati, anche veri e propri problemi respiratori. In genere, vivere in un ambiente umido è un problema, perché attira anche più acari della polvere, che vanno a peggiorare allergie preesistenti.

Valutiamo infine un altro fattore, ovvero lo stress fisico e psicologico dell’umidità in casa. Sostanzialmente, il nostro corpo percepisce in modo diverso le temperature in presenza di umidità. Affrontare l’inverno nel modo giusto è essenziale per evitare di ammalarci sul lungo termine.

Soluzioni all’umidità di capillarità

Che cosa sono le iniezioni di resine chimiche per isolare la muratura umida e creare una vera e propria barriera antiumidità? Questa tecnica permette di intervenire nell’immediato, andando a risolvere l’infiltrazione d’acqua. L’iniezione di resina idroattiva blocca l’infiltrazione, sia lieve o anche pesante. Per il trattamento specifico dell’umidità di risalita, si può sfruttare l’iniezione di gel o soluzioni idrorepellenti, così da tornare a vivere in un ambiente sano e impedire che possa proliferare la muffa sul lungo termine. Ma a chi affidarsi per un lavoro eccellente?

Dry Wall System è una delle aziende più importanti sul territorio per sconfiggere l’umidità di capillarità. Non solo sul loro sito sono disponibili dei prodotti interessanti – come il DWS 1000, che serve per la deumidificazione dei muri – ma propongono anche degli interventi di deumidificazione, impermeabilizzazione e consolidamento. Dal 1979, sono al servizio della clientela per risanare i muri. Dispongono di un team specializzato e altamente qualificato per realizzare iniezioni di resine professionali.