Archivio mensile Agosto 2021

Diadmin

La corretta alimentazione post gara

Nel momento in cui un atleta si appresta ad affrontare una competizione sportiva, sarà necessario curare tutti gli aspetti relativi a preparazione e svolgimento della gara. Ciò riguarda non soltanto la pianificazione degli allenamenti e la capacità di gestire correttamente le energie durante la gara, ma anche una corretta alimentazione prima e durante la competizione. In questo senso, potrebbe essere utile rivolgersi ad un nutrizionista sportivo Torino in grado di fornire un piano alimentare adeguato alle esigenze dell’atleta in questione. La cura di questi elementi è fondamentale per poter raggiungere una condizione psicofisica ottimale facendosi, così, trovare pronti sia dal punto di vista fisico che nutritivo. Altro momento da gestire con attenzione sarà, poi, quello post gara. Si tratta di una fase estremamente delicata che non deve mai essere sottovalutata ma, al contrario, va gestita con attenzione. Durante questa fase, infatti, sarà necessario recuperare le energie e rimettere in sesto l’organismo, il quale si troverà in una situazione di sofferenza a seguito dello sforzo compiuto. Il primo aspetto di cui sarà necessario occuparci durante la fase di recupero è, sicuramente, il deficit energetico.

Una competizione impegnativa porta, infatti, ad un esaurimento delle riserve energetiche, corrispondenti alle scorte di glicogeno. All’interno dell’organismo queste ultime non sono così abbondanti. In un soggetto adulto ben nutrito queste ultime corrispondono, infatti, a circa 400-500 grammi e si trovano principalmente in muscoli e fegato, a cui si aggiunge la percentuale contenuta all’interno del sangue. L’obiettivo principale del nostro corpo sarà, quindi, quello di ripristinare le scorte di glicogeno che sono state perdute e, per farlo, sarà necessario assumere carboidrati. In una prima fase sarà opportuno alimentarsi con carboidrati ad alto indice glicemico e, di conseguenza, di rapida assimilazione, per poter nutrire immediatamente i muscoli che hanno lavorato. In un momento successivo, sarà fondamentale introdurre anche i carboidrati complessi, i quali consentiranno un assorbimento dei nutrienti maggiormente graduale.

Una buona scelta, in questo senso, potrebbe essere quella di consumare frutta fresca, spremute o succhi di frutta nei 15 – 30 minuti che seguono alla gara per poi inserire, successivamente, un pasto contenente pasta, pane o riso. Inserire i carboidrati in seguito all’esercizio fisico è fondamentale anche per poter sventare il pericolo di un possibile catabolismo muscolare. Quest’ultimo corrisponde alla condizione per la quale, nel momento in cui il corpo non riceva nutrimento dall’esterno, lo produca autonomamente coinvolgendo le proteine del muscolo, le quali verranno, di conseguenza, sacrificate a fini energetici.

Alcune necessità alimentari

Tra le necessità alimentari di reintegro post gara vi sono, poi, il recupero liquidi ed elettroliti e la rigenerazione delle fibre muscolari. Per quanto riguarda il primo, ovvero il reintegro di liquidi e sali minerali persi attraverso la sudorazione, quest’ultimo è un aspetto estremamente importante di cui sarà necessario occuparsi anche durante lo svolgimento della competizione rivolgendosi ai numerosi ristori posti a disposizione mentre, a fine gara, non sarà necessario ricorrere a bevande e integratori particolari, ma sarà sufficiente la semplice acqua, abbinata ad un eventuale consumo di frutta o succhi di frutta. Rispetto, invece, alla rigenerazione delle fibre muscolari, l’esercizio fisico molto intenso corrisponde ad un vero e proprio trauma per le fibre muscolari in quanto ne causa la rottura.

In tal senso, è fondamentale sostenere in maniera adeguata i processi di sintesi proteica che consentono rigenerazione e crescita muscolare. Così come nel caso del discorso energetico, anche in questo caso sarà fondamentale fornire il giusto quantitativo di proteine tramite l’alimentazione. La tipologia di proteine più indicate corrisponde, sicuramente, alle proteine nobili, ovvero alle proteine contenute all’interno degli alimenti di origine animale come uova, carne e pesce. In conclusione, è possibile dire che, un consiglio utile per un atleta, potrebbe essere quello di curare la propria alimentazione rivolgendosi ad un nutrizionista esperto. Quest’ultimo sarà, infatti, in grado di creare un regime alimentare ad hoc, basato sulle esigenze individuali dell’atleta.