Archivio annuale 2021

DiSilvia

Rimedi naturali per migliorare la concentrazione

Mantenere alto il livello di concentrazione per quasi tutto l’arco della giornata non è semplice, anzi. A volte sembra addirittura impossibile! La stanchezza è un fattore che incide molto sull’essere concentrati. Più si è stanchi, più si perderà il livello di concentrazione quando ad esempio dobbiamo seguire un corso on line o stiamo lavorando in smart working. Proprio i dispositivi elettronici sono elementi che stancano il cervello e gli occhi a causa della luminosità dei loro schermi. A incidere sulla nostra concentrazione c’è poi lo stress, la paura di non riuscire a rispettare le scadenze scolastiche o lavorative. Ansia e depressione giocano poi un ruolo fondamentale nell’influire sulla concentrazione. A volte invece non essere concentrati e avere scarsa memoria può essere un problema dovuto a un’alimentazione malsana. In questo articolo scopriremo insieme alcuni efficaci rimedi naturali per migliorare la concentrazione e ritrovare l’elasticità mentale perduta.

L’alimentazione

L’alimentazione giusta può aiutarci davvero tanto a migliorare la concentrazione. Esistono cibi che più che altri favoriscono le migliori prestazioni della nostra mente. Tra questi c’è ad esempio l’avocado, frutto ricco di grassi monoinsaturi che favoriscono l’efficienza cognitiva. Ottime allo scopo anche le verdure a foglia verde come i broccoli, che aiutano a prevenire malattie degenerative del cervello come il Morbo di Alzheimer. I cereali integrali sono una fonte primaria di energia, aiutano il lento rilascio del glucosio nel sangue favorendo le funzioni cognitive. Ottimo anche il cioccolato fondente, ricco di flavonoidi e con una elevata concentrazione di cacao che preserva la memoria e rallenta l’invecchiamento. I mirtilli, le noci e i pomodori migliorano la concentrazione e la memoria a breve termine, l’olio extravergine di oliva migliora l’apprendimento. Particolarmente utili sono poi gli alimenti ricchi di acidi grassi omega3 come il salmone. Il sedano migliora la memoria come i semi di zucca, ricchi di zinco, minerale cibo per le funzioni cognitive.

Il buon riposo

Un rimedio naturale per migliorare la concentrazione è quello di essere riposati. Come abbiamo detto nell’introduzione di questo articolo, la stanchezza gioca un ruolo fondamentale nel farci pendere colpi a livello di memoria. Per cui dobbiamo provvedere adottando determinati comportamenti per il bene della nostra mente e del nostro fisico. Innanzitutto non dobbiamo forzarci a lavorare o studiare fino a tardi. Andare a letto a un’ora consona e che tutte le sere sia sempre la stessa, ci aiuterà a svegliarci presto e ben riposati poiché avremo dormito quelle 8 ore giuste per stare bene il giorno dopo. Un buon sonno senza interruzioni e regolare è l’ideale per ritrovare la concentrazione e l’energia perduta, sia della mente che del corpo. Possiamo aiutare il nostro riposo serale sorseggiando prima di andare a dormire una efficace camomilla rilassante preparata a regola d’arte e bevuta almeno mezz’ora prima di coricarsi. Basterà far bollire un pentolino d’acqua e mettervi in infusione per 4 minuti una bustina di camomilla. Si dovrà quindi togliere la bustina, versare in tazza e bere.

L’aiuto delle piante

Alcune piante possono aiutarci a ritrovare la concentrazione perduta, soprattutto i loro principi trattati e ottenuti attraverso oli essenziali e integratori. Tra i rimedi naturali di questo tipo utili al nostro scopo troviamo in particolare gli oli essenziali di rosmarino, basilico e  menta, che aiutano l’elasticità mentale. C’è poi il Ginkgo biloba, che aiuta a ritrovare concentrazione e lucidità. Tutte le cosiddette piante adattogene possono aiutare il cervello a lavorare al meglio e contrastando lo stress. Tra le migliori troviamo il Ginseng, l’Eleuterococco e la Rodiola.

DiSilvia

Come identificare il proprio target clients per far crescere la propria attività

Affinché un’azienda possa aumentare la propria redditività, o far crescere la propria brand reputation, una delle strategie da mettere in atto è individuare il corretto target di clienti: avere un riferimento chiaro, infatti, può permettere di migliorare la propria efficacia e la qualità dei clienti più importanti per il proprio settore.

Uno degli errori più comuni che vengono commessi da un’azienda, è quello di concentrarsi sui clienti giusti per il proprio business e tralasciare quelli che non rientrano nel proprio target.

Questa, potrebbe essere una buona strategia per mantenere il giusto focus e indirizzare i propri sforzi di vendita sul target predefinito.

In questo modo, inoltre, si potrebbe ottenere una riduzione di reclami, e altre inefficienze, nei processi di vendita e supporto da parte dei clienti “non in target”.

Questi ultimi, difatti, possono minacciare la propria azienda per i seguenti motivi:

  • è disposto a riconoscere un valore monetario minore, o di bassa qualità, dai prodotti/servizi venduti;
  • genera più lamentele rispetto ai “clienti target”, che si traducono in maggiori costi.

Tra l’altro, il cliente scontento potrebbe fare un passaparola negativo dei prodotti che ha acquistato, intaccando la reputazione aziendale.

Cliente in Target: come individuarlo

Individuare il cliente in target, è una manovra che consiste nell’analizzare le azioni che compie dopo l’acquisto del prodotto finale.

Attraverso un intervento di coaching aziendale sarà possibile individuare la propria nicchia di mercato e, dunque, il corretto target di clientela per far decollare così il proprio fatturato.

In generale, si dovranno seguire alcuni step quali:

  • identificare il cliente primario – non tutti i clienti parlano bene della propria azienda. Il cliente che parla bene in base a quello che si sta proponendo, ed è sempre fedele all’azienda, è il cliente target di riferimento che andrà inserito lista dei clienti di fiducia;
  • imparare a conoscere il target clients – una volta che si è riusciti ad indentificare il potenziale cliente, bisognerà iniziare a studiare i suoi movimenti e a quali prodotti è interessato ad acquistare regolarmente;
  • iniziare a studiare la concorrenza – bisogna essere consapevoli di non essere gli unici sul mercato ad offrire lo stesso prodotto. Studiare la concorrenza, potrebbe aiutare ad utilizzare strategie diverse per potersi differenziare da questi ultimi, e individuare quel buco che ancora non esiste all’interno della nicchia. Cercare di capire come comunicano i propri concorrenti, su cosa stanno puntando e quali strategie stanno utilizzando per aumentare la loro redditività.

Oltre ai suggerimenti citati sopra, bisogna imparare soprattutto a identificare i veri decisori interessati al proprio prodotto (o servizio), grazie alla strategia basata sulla vendita.

Le fasi principali della strategia di vendita

Saper pianificare anticipatamente una strategia di vendita, significa saper riconoscere i prodotti che il cliente è disposto ad acquistare e, quindi, ottenere più guadagni e clienti in target per il proprio settore.

Tra i principali punti per pianificare una strategia di vendita vi sono:

  • non disperdere le energie su troppi clienti, ma agire selettivamente;
  • operare sui segmenti di mercato, in modo da poter identificare meglio i target a cui rivolgersi. Si tratta nell’identificare i bisogni di acquisto del cliente;
  • concentrarsi sulla clientela dotata di potere d’acquisto. Questo punto è fondamentale, e vi aiuterà a identificare il cliente potenziale disposto a fare acquisti dei propri prodotti e a seguire l’azienda;
  • evitare di perdere tempo con soggetti poco attinenti a ciò che si sta proponendo onde evitare di perdere tempo prezioso;
  • agire singolarmente nella valorizzazione del cliente, in modo da aumentare la fiducia tra sé stessi e il cliente, nonché scoprire ciò che desidera veramente. Eseguendo un approccio amichevole con un singolo cliente, vi aiuterà a determinare meglio quale prodotto potrebbe acquistare in futuro, in modo che si possa agire di conseguenza.
DiSilvia

Come creare un e-commerce partendo da zero

Vendere online tramite e-commerce, a causa della pandemia di Covid-19, non è più solo un’opzione per molti esercenti, ma spesso è in tutto e per tutto una necessità. Ovverosia un canale alternativo per spingere in alto i ricavi che sono depressi, per quel che riguarda la vendita nel negozio fisico, dalle restrizioni e dai lockdown proprio a causa del coronavirus.

Per un commerciante la migrazione dalla vendita fisica a quella online, inoltre, non è mai un’operazione semplice. E questo perché sul web ci sono già alcuni colossi dell’e-commerce che dominano il mercato delle vendite online. Con la conseguenza che per creare un e-commerce partendo da zero bisogna valutare tanti aspetti che possono poi rivelarsi decisivi per fare di un negozio online un portale che sia davvero di successo.

I consigli di base per la creazione da zero di un sito per il commercio elettronico

Considerando l’aspra concorrenza online, un e-commerce per emergere al giorno d’oggi deve essere in grado non solo di proporre dei beni e dei servizi ad un prezzo allettante per l’utente, ma anche dei prodotti che siano in grado di distinguersi e, quindi, di attirare i potenziali consumatori. Da questo punto di vista se si riesce a creare un e-commerce partendo da zero e proponendo prodotti di nicchia, e possibilmente introvabili nei negozi, allora le probabilità di mettere in piedi un negozio online di successo non potranno che aumentare.

Avere le idee chiare su cosa vendere online, pur tuttavia, è solo il primo passo nella creazione di un e-commerce di successo dato che occorre fare molta attenzione pure ad alcuni aspetti di base che spaziano dalla scelta del nome a dominio alla piattaforma di e-commerce, e passando per la scelta del modello di vendita con o senza magazzino.

Quanto può costare un e-commerce, dalla piattaforma alla gestione del magazzino

Nel creare un e-commerce da zero, infatti, la variabile costo è quella che fa la differenza. La spesa iniziale da sostenere, a meno che non si abbiano spiccate capacità informatiche e di programmazione, è quella di pagare un esperto per la creazione della piattaforma di vendita online. Dopodiché il costo di un e-commerce potrà variare anche in base al modello di vendita con o senza magazzino, ovverosia in dropshipping. La piattaforma di e-commerce da ideare e da progettare, inoltre, può essere proprietaria oppure da creare facendo leva sui principali CMS open source disponibili come Magento o come PrestaShop.

Nel dettaglio, con l’e-commerce con magazzino il venditore ha la piena autonomia su tutta la filiera della vendita online. E quindi può liberamente fissare e variare i prezzi a proprio piacimento ed in qualsiasi momento, ma deve anche pianificare delle strategie efficienti di gestione e di evasione degli ordini. Altrimenti i potenziali clienti, se non pienamente soddisfatti, compreranno online solo una volta e mai più.

La vendita in dropshipping, invece, risolve ogni problema ed ogni costo di gestione del magazzino, ma nella stragrande maggioranza dei casi i margini di guadagno ottenibili sono decisamente più bassi. Così come in genere i margini di manovra sul prezzo della merce in vendita sono decisamente più ristretti.

Tutti i vantaggi della vendita online con il dropshipping

Proprio per abbattere i costi di avviamento, il modello di vendita online con il dropshipping è sempre da preferire quando con l’e-commerce si parte da zero. In questo modo, infatti, per vendere sul web non ci saranno mai problemi, rischi, inefficienze o perdite legate allo stoccaggio della merce ed alla gestione di resi e di merce invenduta. E lo stesso dicasi per zero preoccupazioni in merito alla conservazione dei prodotti ed alle norme di sicurezza che, invece, vanno rispettate ai sensi di legge quando si vende sul web tramite magazzino fisico.

DiSilvia

Colombe artigianali di alta pasticceria: prezzi medi

Come ogni anno, quando si avvicinano le feste pasquali, comincia la corsa ad accaparrarsi la migliore colomba in circolazione. I più pigri si limitano a recarsi al supermercato, scegliendone una tra le tante sui banchi ghiotti e ripieni dei supermercati, senza soffermarsi troppo sulle indicazioni nutrizionali o sul prezzo. I più attenti, invece, vanno alla ricerca delle migliori colombe artigianali perché hanno ben capito che la differenza di sapore e di gusto è decisamente ineguagliabile. Se stai alzando il sopracciglio e provi scetticismo o ti senti contrariato, sappiamo già il perché. “Eh, chissà quanto mi viene a costare una colomba artigianale di alta pasticceria!”. Ebbene oggi vogliamo spezzare una lancia a favore delle produzioni artigianali perché, contrariamente a quanto si crede, non sono beni di lusso proibitivi ma prodotti di grandissima qualità a prezzi più che abbordabili.

Da cosa dipende il prezzo di una colomba artigianale?

Il punto è che il prezzo di una colomba artigianale comprende la selezione rigorosa di materie prime fresche, la produzione secondo criteri artigianali basati sulla qualità e non sulla quantità e la maestria di un laboratorio che le controlla ad una ad una. A questo si aggiunge l’unicità del pezzo che ti porti a casa che non sarà mai uguale all’altro proprio perché ogni colomba artigianale viene lavorata con l’esperienza e la sicurezza delle mani del pasticcere. Non troverai conservanti, coloranti o aromi artificiali ma soltanto farina, zucchero, uova, granella e frutta. Niente di più! Aggiungici anche una lievitazione naturale e lenta di almeno trentasei ore e l’impiego di lievito madre interno, tutte caratteristiche che la rendono leggera, digeribile ed incredibilmente gustosa!

Non solo materie prime

A dire il vero il prezzo non dipende da un calcolo matematico rispetto al costo delle materie prime ma da una serie di fattori per i quali la colomba artigianale non può essere confrontata con una industriale. Se le hai assaggiate entrambe già intuisci la madornale differenza per cui è inevitabile che una colomba artigianale non possa costare cinque euro come quelle che trovi al supermercato.

Anche per questo limitarci al solo prezzo potrebbe essere un tantino riduttivo, dal momento che le più rinomate produzioni di colombe artigianali pasquale italiane sono apprezzate e richieste in tutto il mondo. Se all’estero hanno ben compreso questa qualità è chiaro che stiamo parlando di un prodotto nettamente superiore. Nonostante le campagne pubblicitarie massicce e aggressive la colomba pasquale artigianale resta un prodotto di grandissimo pregio che testimonia la grandezza Made In Italy sia nel nostro Paese che nel resto del mondo.

Sostieni le economie locali

Al tempo stesso optando per questa scelta sosterrai imprese locali che danno lavoro agli abitanti del posto e che si riforniscono verso altrettante piccole realtà della zona. Sceglierai un prodotto sostenibile, che non produce sprechi e che non inquina oltre a preservare la filiera produttiva corta dalla morsa sempre più stringente del mercato globale intensivo e industrializzato.

Per tutte queste ragioni andando a pagare un prezzo che si aggira dai venti ai quaranta euro al chilogrammo non starai sperperando senza ratio il tuo denaro ma starai compiendo una scelta sana, sicura e sostenibile. Ti porterai a casa un pezzo unico, magari impreziosito con Pistacchio di Bronte o con Cioccolato di Modica e assaggerai la vera colomba pasquale della tradizione ristorando il palato. Per quest’anno soprattutto inizia a compiere scelte più sagge cambiando piccole abitudini di acquisto, consumando meno ma facendolo meglio. La tua salute (e non solo) te ne sarà grata.

DiFA

Kettlebell: esercizi e benefici

Quando si parla di Kettlebell si fa riferimento ad una disciplina che si avvale dell’uso di uno strumento ginnico in grado di allenare e migliorare i muscoli, arrecando grossi benefici sull’apparato cardiovascolare e su quello neuromuscolare.
Si tratta quindi di un attrezzo che con il passare del tempo è riuscito a ritagliarsi un ruolo molto importante nel settore delle palestre e degli allenamenti.
Scopriamo insieme alcuni degli esercizi tipici di questa disciplina e i vari benefici di cui il tuo corpo e la tua mente potranno godere.Alcuni esercizi appartenenti alla categoria del Kettlebell

Essenzialmente, possiamo classificare gli esercizi della categoria Kettlebell in due categorie, ovvero gli esercizi balistiici e quelli di griglia.
Gli esercizi definiti balistici si basano sul principio dell’energia meccanica, che ha come fine quello di spostare oggetti di diverso calibro sfruttando il principio dell’energia meccanica e dell’oscillamento.
In questo modo si riesce a potenziare la forza muscolare grazie ad una sollecitazione generale di tutto l’apparato muscolare e dei vari tendini e articolazioni coinvolti attivamente e passivamente nell’intero processo.
Un esercizio appartenente a questa categoria è noto con il nome di “swing”, e consiste nel mantenimento delle gambe divaricate e dei piedi ancorati al terreno mentre si fa oscillare il Kettlebell in maniera continua.
Anche lo “snatch” rientra in questa categoria, poiché si tratta di un test che ha la funzione di valutare la funzionalità del proprio apparato cardiovascolare, in quanto si tratta di un allenamento intensivo dalla durata di pochi minuti volto a potenziare il cuore.
Anche i salti e i tiri sono considerati come esercizio di tipo balistico.
Nella seconda categoria invece, troviamo gli esercizi di griglia che hanno l’obiettivo di far assumere all’atleta una postura corretta incrementandone la muscolatura.
Un esempio valido in questa tipologia di esercizi è il “windmill”, dove il Kettlebell deve essere sollevato in maniera alternata da entrambe le braccia in modo da allenare bicipiti, tricipiti e spalle.
Fondamentale è cercare di introdurre in una seduta di allenamento anche gli squat, in quanto la loro presenza si rivela estremamente utile per far lavorare e rafforzare gambe e cosce.

I benefici derivanti dalla disciplina del Kettlebell

Praticare il Kettlebell fa bene al corpo e alla mente, in quanto sono davvero molti i benefici che si possono ottenere da un allenamento costante e regolare.
In primo luogo si ha la possibilità di incrementare la propria forza fisica, poiché si va a migliorare la resistenza e la reattività dei muscoli.
Anche concentrazione e coordinazione risulteranno maggiori poiché ogni passaggio deve essere valutato ed eseguito in maniera corretta e bisogna fare molta attenzione ad ogni tipo di movimento, che va controllato in ogni sua parte onde evitare l’insorgenza di spiacevoli imprevisti.
Ogni esercizio inoltre è molto libero, in quanto è possibile allenarsi in luoghi diversi senza doversi necessariamente rinchiudere in una palestra o in casa, evitando così ogni più piccola forma di monotonia.
Ogni parte del corpo verrà sollecitata da questi esercizi, poiché in ogni sessione vengono coinvolte tutte le articolazioni e i muscoli di una determinata area del corpo.
Ottimi benefici si avranno anche nel raggiungimento della flessibilità muscolare, attraverso la quale sarà possibile riprodurre ogni tipo di movimento.

Per non parlare della facilità con la quale il Kettlebell può essere trasportato: si tratta infatti di uno strumento poco ingombrante, che può essere utilizzato in vari contesti per potersi allenare facilmente ogni volta che lo si desidera, a prescindere dall’età, dal sesso e dalla preparazione fisica.
Infine non possiamo fare a meno di citare i benefici per il sistema cardiovascolare, in quanto, grazie a questo tipo di allenamento, migliorerà la circolazione sanguigna e il sangue risulterà più ricco di ossigeno.Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa fantastica disciplina che sta prendendo sempre più piede in tutto il mondo, in quanto non solo permette di effettuare delle sessioni di allenamento efficaci e produttive, ma consente di divertirsi e unire l’utile al dilettevole.

DiFA

Umberto Miletto: cosa sapere su questo Personal Trainer

Sportivo per passione e ex ciclista professionista, laureato in Scienze Motorie con specializzazione in Scienze e Tecniche dell’Allenamento e dello Sport, Umberto Miletto è un personal trainer torinese, blogger e youtuber stimato e conosciuto. Con milioni di seguaci, offre consigli e formazione fitness per perdere peso, scolpire il fisico e migliorare la qualità della vita.

Umberto Miletto: corsi di formazione

Da più di vent’anni, il personal trainer Umberto Miletto mette a disposizione di tutti le proprie competenze in materia di nutrizione e fitness, acquisite in decenni di studio e approfondimenti, al fine di aiutare professionisti e appassionati a realizzare determinati obiettivi.I libri, i corsi di formazione video e dal vivo, spiegano in maniera semplice e diretta la corretta esecuzione degli esercizi normalmente svolti in palestra. Le sedute di allenamento dispensano, al tempo stesso, informazioni utili sul benessere fisico, il dimagrimento e il potenziamento mirato della muscolatura.

Punto di riferimento per tanti Bodybuilders, appassionati di Calisthenics e cultori della forma fisica, Umberto Miletto, specializzato nella preparazione atletica di alto livello, supporta l’attività di tanti aspiranti personal trainer, aiutandoli ad eccellere nella professione e ad ottenere grandi profitti, fornendo una preparazione completa, non solo teorica ma anche manageriale.

Umberto Miletto: i progetti

Tra i primi promotori dell’uso dei Kettlebells e del Calisthenics, Umberto Miletto è anche ideatore della Burningate, la prima società sportiva con l’obiettivo di incentivare e diffondere il Calisthenics attraverso corsi di formazione, anche dal vivo, ed eventi sportivi in tutta Italia. Fedele al proprio format, vanta oltre 250.000 iscritti sul canale Youtube, senza mai esulare dal mondo dell’allenamento.Da sempre sostenitore di uno sport pulito e senza il ricorso di sostanze dopanti, Umberto Miletto porta avanti un ulteriore progetto: lo studio di Personal Training. Unico in Italia, il centro di allenamento e preparazione atletica dà grandi soddisfazioni. Effettua la programmazione personalizzata ed avanzata del workout, con sovraccarichi per atleti di ogni disciplina sportiva.

L’attività del coach si estende anche al Functional Training, fornisce cioè una consulenza dettagliata riguardo alla composizione corporea e fisica dell’atleta a cui abbinare un programma di allenamento personalizzato e di alimentazione.

Umberto Miletto: collaborazioni

Il personal trainer Umberto Miletto fornisce la propria consulenza mediante un servizio One-to-One ad atleti professionisti, coach oppure a semplici cultori della forma fisica e del benessere.Collabora con diversi portali online specializzati in fitness e workout come SportMedicina.com, My-PersonalTrainer.it, FightorDie.it, BodyBuildingItalia.it e AbodyBuilding.com.

Dal 2005 scrive per la rivista leader nel settore di body building, Olympian’s News, dispensando consigli tecnici e dettagliati riguardanti la preparazione e l’integrazione atletica, la corretta nutrizione sportiva e l’allenamento della muscolatura. Di tanto in tanto, firma articoli per Donna Moderna, Millionire, Men’s Health e Capital.

Di recente, insieme ad altri soci, ha aperto Ironlink una piattaforma per offrire agli sportivi le migliori soluzioni per un corretto allenamento Calisthenics indoor, outdoor ma anche home gym.

Nel corso degli anni, la carriera di Umberto Miletto ha subito degli interessanti cambiamenti. Da personal trainer è diventato un imprenditore di successo, pur non negando periodi difficili durante l’intero percorso. Ogni giorno aiuta atleti e coach a migliorare le prestazioni, supportando l’attività attraverso consulenze dal vivo, Best Seller sull’allenamento oppure mediante i più noti canali social come Facebook, Instagram e naturalmente Youtube con video esplicativi caricati regolarmente. Sfruttando internet arriva a più persone simultaneamente, dando la possibilità di un’interazione completa e attiva.

Attività di Umberto Miletto: guide all’allenamento

Umberto Miletto fornisce guide per l’allenamento mirato sia per l’uomo che per la donna. Le schede personalizzate consentono di ottenere risultati fisici straordinari, per esibire un corpo tonico e ben scolpito. I programmi prevedono allenamenti per bodybuilder, con kettlesbell e calisthenics. Gli e-book sono scaricabili dal sito ufficiale, da cui poter visionare anche video gratuiti per un workout di 15 minuti, effettuare il download di materiale gratis, consultare il blog e interagire con la Community direttamente dal Forum dedicato.
DiFA

All on four a Torino: dove effettuare l’intervento di implantologia

Molte più persone di quanto si possa pensare soffrono di problemi relativi all’arcata dentale. Può capitare, ad esempio, che una persona non abbia alcuni denti a causa dell’avanzare dell’età, per via di un danno subito, o causa di fattori genetici. Grazie alle ultime scoperte scientifiche e alle nuove tecniche all’avanguardia, non risulterà più un problema o un limite. Con la tecnica all in four si prevede la creazione di un sorriso brillante e irresistibile. La tecnica comprende l’inserimento di quattro o sei impianti ad arcata e in base all’esigenza di ciascun paziente, viene stabilita una protesi fissa. Il personale specializzato, ossia gli odontotecnici, saranno in grado di realizzare, a seconda delle specifiche caratteristiche, protesi su misura. L’operazione all in 4 è una delle metodologie più utilizzate per soddisfare le esigenze dei clienti. In casi rari possono presentarsi problemi relativi agli impianti, come ad esempio la non completa adesione da parte della protesi, all’osso. Anche in questo caso, non c’è nulla da temere, in quanto i medici provvederanno al rimedio in tempi rapidi ed efficienti di riparazione dell’inconveniente. I pazienti che hanno scelto questa tecnica non sono più tornati indietro, e questo principalmente è dovuto ai tantissimi vantaggi a cui si va in contro. In primo luogo, subito dopo l’installazione dell’impianto, non sarà necessario aspettare per masticare, inoltre, sia dal punto di vista biologico che funzionale gli effetti non tarderanno a presentarsi. Si tornerà ad utilizzare i denti al 95% grazie alla loro resistenza.

Intervento di implantologia all on four

Per quanto riguarda l’intervento, non richiede una grossa preparazione da parte del paziente. Si può tranquillamente continuare a svolgere le proprie abitudini giornaliere, come mangiare o bere. Si verificano, invece, condizioni diverse nel momento in cui il paziente è sottoposto ad un intervento che richiede l’istallazioni di un’intera arcata dentale. In questi casi è necessario nutrirsi con cibi liquidi ad orario di pranzo. Successivamente all’esecuzione dell’intervento, vengono stabilite le misure apposite per quanto riguarda i nuovi denti da posizionare. La protesi solitamente viene consegnata entro la stessa giornata in cui vengono prese le misure dell’impianto. Viene fissata mediante avvitamento, e non con cemento. Secondo alcuni studi riscontrati nel corso degli anni, il cemento può restare attaccato alle gengive e provocare anche infezioni, viene estratto in maniera molto invasiva. Con le nuove tecniche, invece, anche se si richiede maggior lavoro, la tutale della salute e del benessere del paziente è senza dubbio la priorità di ciascun professionista. la prassi richiede, una volta all’anno che venga controllato lo stato dell’impianto, senza anestesia, e successivamente anche mediante radiografia. Per tenere sotto controllo il lavoro effettuato solitamente si predispongono degli appuntamenti a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. Solo in questo modo sarà possibile visionare l’esito dell’operazione e tenere sotto controllo il processo di guarigione. Si provvederà a disinfettare le ferite e togliere i punti.In alcuni casi può risultare necessario che la protesi venga ribassata, ossia che si aggiunga del materiale in zona in cui si sono creati degli spazi, esattamente tra protesi e gengiva. In quanto questo fattore non è legato ad un problema creato dal paziente, non sono previsti costi aggiuntivi.

Dopo aver eseguito questi specifici accorgimenti vengono stabiliti altri appuntamenti per l’istallazione della protesi definitiva, lavoro che non viene effettuato prima di sei mesi per dare modo ai tessuti di guarire. Il team che segue il paziente è estremamente professionale proprio per questa ragione, in base ad ogni trattamento che viene effettuato, è prevista una garanzia riguardante protesi e impianto. In qualsiasi momento si presenti un problema, l’equipe provvederà in tempi rapidi a rimediare e seguire periodicamente il paziente per l’esito della prognosi.

DiFA

I tipi di legno italiani per l’architettura e l’arredamento

Hai finalmente realizzato il progetto della tua casa dei sogni e vuoi che il tuo nido sia confortevole e attraente come l’hai sempre immaginato. Nulla come il legno sa dare ad ogni ambiente il giusto calore e comfort, coniugando tradizione e design, cozy e modernità.

Il legno: antico e intramontabile

Il colore e il calore del legno, la sua allure antica eppure intramontabile, sono in grado di conferire ad ogni ambiente fascino e comfort. Solidità e robustezza lo rendono una materia prima irrinunciabile in architettura e nell’arredamento; la permeabilità al calore lo rende traspirante e perfetto sia in inverno che durante la bella stagione. La sua natura green ne fa un materiale perfetto ed eco-friendly. Il suo fascino antico ma sempre attuale lo rende un elemento d’arredo adatto sia ad ambienti classici che d’ispirazione più moderna. Ma quali sono i tipo di legno italiano più consigliati?

Il legno italiano più raccomandato

Nell’architettura e nel design, accanto a materiali più innovativi e sperimentali, il legno resta sempre un elemento intramontabile. Semplice, elegante, sobrio, caldo, sinuoso: il tipo di legno utilizzato si distingue non solo per le venature e il colore, ma anche per la resistenza e la flessibilitá. Per qualsiasi progetto fai da te o in falegnameria é impossibile scegliere un materiale senza conoscerne le caratteristiche. É necessario, anzitutto, distinguere legni teneri e legni scuri: fra i primi, abete, pino, pioppo, larice, tiglio. I legni duri più utilizzati in falegnameria sono, invece, aceo, castagno, ciliegio, faggio, frassino, mogano. Qauli sono le differenze e le specifiche caratteristiche tecniche fra l’uno e l’altro?

Legni teneri e legni duri: quali sono le differenze?

Il legno è un materiale incredibilmente versatile, dal profumo, colore, sensazione al tatto e adattabilità inconfondibili. Ogni tipologia di legno, però, ha le sue caratteristiche tecniche che lo rendono particolarmente adatto ad un uso specifico e alla realizzazione di complementi d’arredo diversi. Vediamo insieme i principali. I legni più duri sono quelli di provenienza dalle latifoglie: dal colore più o meno scuro e deciso e dalle fibrature intense, sono compatti e durevoli, adatti alla realizzazione di arredi robusti e resistenti. Fra questi, il faggio, dalla tinta rossastra e dalle venature scure, ha la caratteristica di curvarsi facilmente e risulta, quindi, idoneo alla creazione di sedie. Il castagno, invece, scuro e resistente, è perfetto per la realizzazione di pavimentazioni in parquet o di mobili rustici dall’allure classica. Il ciliegio, rosso bruno, duro e compatto, è anch’esso adatto alla costruzione di mobili massicci e solidi e di pavimentazioni. La quercia, alla cui famiglia appartiene il rovere, è estremamente solida e robusta, idonea ad opere di falegnameria come tavoli rustici e mobili d’ingombro, nonchè elementi strutturali e carpenteria, sia interna che esterna. Il noce, infine, è flessibile e delicato, perfetto per la realizzazione di mobili di lusso, meno rustici e dalla finitura più raffinata. I legni teneri, invece, sono quelli di conifere, dalle venature regolari, il colore chiaro e la struttura semplice, usati a fini più pratici e reperibile in formati già tagliati, come tavole profilate o assi. Fra questi, l’abete, giallo paglierino e delicato: morbido e facilmente modellabile, utilizzato per mobili leggeri e snelli, porte, fiestre e pannelli. Il pino, poi, nodoso e con venature evidenti, chiaro e flessibile, ma al tempo stesso resistente, è adatto a lavori di falegnameria come perlinature e infissi. Qualsiasi sia la tipologia scelta, certo è che il legno, con il suo profumo, il suo fascino antico eppure attuale, le sue fibrature e i suoi colori accattivanti è il materiale principe di qualsiasi realizzazione, sia interna che esterna, Biocompatibile, a basso impatto ambientale, classico, flessibile, caldo, traspirante: qualsiasi sia il tuo ambiente ideale, antico, robusto, moderno, di design, il legno sarà sempre una scelta indovinata e intramontabile, capace di valorizzare al meglio i tuoi spazi interni ed esterni.

DiFA

Mobili online su misura: i vantaggi

Scegliere i mobili online su misura potrebbe essere un’ottima soluzione sia per chi sta cercando un singolo pezzo da personalizzare sia per chi è alla ricerca di un’intera stanza. Questo è sicuramente il modo migliore per ottenere dei mobili con un certo aspetto o dotati di particolari comodità per la propria abitazione. Oggi i mobili su misura sono sinonimo di maggiore qualità, cura nel dettaglio e precisione: basta avere un’idea ed è possibile realizzare la propria creazione su misura.

I mobili su misura, dall’armadio ad una semplice libreria, permettono di organizzare gli ambienti in base alle proprie esigenze senza sprecare spazi che si potrebbero riempire con qualcosa di utile. In questo modo si ha la possibilità di ottimizzare più di uno spazio della casa, rendendola più ampia e più comoda del solito.

Un esempio pratico è la cucina, la quale ha solitamente spazi molto ristretti e limitanti. Realizzare una cucina con mobili su misura può aiutare ad avere tutto l’indispensabile senza dover rinunciare ad un arredamento importante o di utilità. Un altro ambiente che necessita un’ottima gestione degli spazi è la camera da letto: in questa stanza si potrebbe optare per un armadio su misura in modo da risparmiare spazio.

I mobili realizzati su misura sono poi congeniali a tutte quelle situazioni in cui si acquista una casa che non può essere modificata strutturalmente: in questi casi c’è bisogno di adeguarsi e ricorrere ai modelli stock potrebbe essere un problema perché bisognerebbe ricercare dei mobili che riescano ad incastrarsi in spazi particolari.

Mobili online su misura, perché acquistarli:

⦁ Unicità nel design: a differenza dei mobili acquistati dai grandi magazzini di una catena di arredamenti, i quali sono prodotti e venduti in grande quantità e tutti sono dotati delle stesse caratteristiche, i mobili su misura sono decisamente unici grazie alla possibilità di essere personalizzati. Difficilmente capiterà di trovare in un negozio un modello con un design identico a quello realizzato su misura. In questo modo il mobile diventa a tutti gli effetti personale;

⦁ Misura perfetta: alcune stanze potrebbero avere delle caratteristiche particolari, come strani angoli o finestre e porte in posti scomodi, ma grazie ai mobili su misura che possono essere ordinati online è possibile scegliere le dimensioni che si ritengono più adatte per risolvere problematiche di varia natura. Uno dei vantaggi dei mobili a misura è quello di essere adatti soprattutto agli open space, con la possibilità di realizzare soluzioni pratiche e allo stesso tempo funzionali, per dare un’estetica gradevole al proprio ambiente;

⦁ Tempi brevi per la realizzazione e per la spedizione: generalmente si potrebbe pensare che i tempi per la produzione di mobili personalizzati siano abbastanza lunghi. In realtà per la creazione di un mobile su misura acquistato online occorre molto meno tempo di quanto si pensi. Anche i tempi di spedizione sono generalmente brevi, in modo da poter soddisfare pienamente i clienti che desiderano un mobile personalizzato nell’immediato;

La qualità: per la creazione dei mobili su misura gli artigiani impiegano molta cura e tempo per ogni singola creazione. Ogni pezzo del mobile viene ideato separatamente e gli artigiani si impegnano per far in modo che ogni parte sia realizzata nel miglior modo possibile. I mobili su misura sono realizzati con legno e tessuti di altissima qualità: sono utilizzati solo i migliori materiali, per garantire una lunga durata del prodotto nel tempo;

Personalità: è possibile scegliere per il proprio mobile su misura acquistato online ciò che combaci con l’arredamento della propria abitazione e che la renda comoda e funzionale. Si possono scegliere i colori, le opzioni e i motivi che più rispecchiano la propria personalità e la propria casa. I mobili su misura permettono scelte quasi illimitate;

Hanno più valore: anche se passano anni dalla creazione di un mobile su misura, quest’ultimo manterrà il suo valore anno dopo anno e sarà possibile anche rivenderlo in futuro grazie alla sua lavorazione di qualità;

Un mobile su misura è conveniente: uno dei vantaggi di acquistare mobili su misura online è quello del prezzo. A differenza di quanto si potrebbe comunemente pensare i mobili su misura non sempre si rivelano più costosi dei pezzi standardizzati e già pronti in negozio. I mobili su misura hanno bisogno di sopportare le spese di spedizione, le spese di progettazione e svariate tasse, ma anche i mobili venduti normalmente in negozio devono sostenere questo tipo di spese, alle quali spesso si aggiungono quelle legate alla pubblicità e quelle necessarie alle esposizioni in uno showroom. E per queste motivazioni che spesso acquistare mobili su misura online è più conveniente rispetto che acquistarli in negozio.

DiFA

Estetica dentale: cosa fare quando si hanno dei denti brutti

Per un giorno speciale, indossa un sorriso migliore, renderai unico ogni tuo giorno. Cosa fare quando si hanno dei denti brutti? È una delle domande che le persone si pongono più spesso, ma la soluzione è proprio dietro l’angolo. Avere dei denti non dritti o magari macchiati a causa di caffè e dal fumo, può rappresentare motivo di disagio ma non solo. Con il tempo può anche riflettersi in problemi di salute. Situazioni di disagio possono anche compromettere le relazioni con gli altri, ma a tutto c’è una soluzione. Ricorrere all’ortodonzia aiuterà a affrontare problemi di questo genere. Principalmente si fa riferimento ad una specializzazione di odontoiatria che tratta possibili malformazioni riguardanti mandibola e mascella, quindi denti posizionati in maniera anomala che comportano difetti estetici. Non bisogna mai sottovalutare questa tematica in quanto si possono riscontrare anche difficoltà nella respirazione e nella masticazione. Equipe di specializzati sono in grado di risalire alla fonte che ne ha causato la posizione anomala dei denti e anche capaci di intervenire con operazioni correttive.

Faccette dentali

Uno dei metodi più utilizzati per risolvere un difetto di natura estetista, sono le faccette dentali. Realizzate in ceramica, sono molto sottili e resistenti, permettono di ricreare un sorriso omogeneo e splendente. Il centro Cristaldent lavora ogni giorno per donare a chi lo desidera, il sorriso che tutti vorrebbero. Essere sicuri di se stessi è una carta vincente per affrontare le proprie giornate, e allora, perché non puntare proprio su una rivoluzione del proprio sorriso?

Come sono fatte le faccette

Si tratta di una consistenza molto sottile, di circa 0,3 mm, che prevede un’applicazione delle faccette in maniera rapida e indolore. Se necessario, prima che vengano applicate, il dente viene leggermente limato. Il risultato di questo tipo di realizzazione deve essere naturale, proprio per questo, la loro lavorazione viene eseguita artigianalmente. Esteticamente l’esito sarà ottimo e non si riscontreranno anomalie nella chiusura della bocca.

Quali difetti vengono rimossi con l’applicazione delle faccette?

In primo luogo si vanno ad eliminare tutte quelle fastidiose macchie di smalto provocate dal fumo di sigaretta, coloranti o bevande. Alcuni tra i problemi più riscontrati, che vengono eliminati con l’applicazione delle faccette, sono sicuramente quei fastidiosi spazi che a volte ci sono tra un dente e l’altro, denti che si presentano scheggiati o storti. L’istallazione delle faccette prevede una prima applicazione con alcune provvisorie e successivamente vengono applicate quelle definitive. Le fasi che vengono affrontate durante l’intervento sono davvero semplici:

La prima fase prevede che venga presa l’impronta delle arcate dentali, ciò segue ad una possibile limatura leggera della superficie esterna dei denti. Prima che vengano applicate definitivamente, si procede con una revisione della qualità delle faccette e della coincidenza con i denti su cui verranno dovranno aderire. Il tutto deve essere in piena armonia e non si possono presentare anomalie. Per quanto riguarda la colorazione delle faccette, viene scelta unicamente dal paziente in base alle sue esigenze. Si cerca, ovviamente, di creare sempre un effetto naturale. Una volta indurito il cemento, attraverso una tipica luce ultravioletta, le faccette provvisorie saranno pronte. Passeranno all’incirca dieci giorni, prima che vengano installate quelle definitive.

Prezzo delle faccette dentali

Il prezzo delle faccette varia in base alla qualità del materiale che viene utilizzato. Ogni faccetta viene creata esattamente a misura di ogni dente in modo da creare sensazioni naturali a chi le indossa. È importante ricordare ad ogni cliente che il suo benessere e alla base del lavoro di ogni professionista, per questa ragione non è prevista alcuna anestesia o l’utilizzo di strumenti che provocano dolore.e tu cosa aspetti vieni a provare le faccette dentali finemente realizzata in ceramica.