Archivio mensile Marzo 2020

DiEleonora

Olio cbd tutti gli utilizzi

L’olio di Cbd ad oggi è uno degli ingredienti più misteriosi ma ricco di benefici, si tratta di una sostanza che si ottiene dalle piante di canapa nello specifico dalle infiorescenze della stessa e può essere utilizzato in modi differenti. Tra i benefici più studiati dell’olio di cbd, ci sono innanzitutto gli ottimi risultati che la sua azione apporta alla cute ed anche ai capelli. Le ricerche confermano inoltre che questa preziosa sostanza aumenta la funzionalità del sistema autoimmune rinforzando le difese immunitarie del corpo. La legalizzazione della coltivazione di canapa con cbd inferiore allo 0,2% ha consentito di approfondire gli studi sull’olio estratto tanto che ad oggi è semplice trovare in commercio prodotti cosmetici a base di cbd o ancora olio essenziale di cbd. Ecco tutti gli utilizzi di questo ingrediente naturale.

Come poterlo utilizzare

L’assunzione durante i pasti

Assumere alcune gocce di cbd durante i pasti consente all’organismo di metabolizzare il cannabinoide, una sostanza che non altera l’appetito nè intacca alcuna funzione psico-motoria dell’organismo. La sua azione, è resa possibile dalla digestione di questa sostanza da parte di fegato e intestino e apporta numerosi benefici. Innanzitutto il cbd consente di tenere a bada i livelli di glucosio nel sangue; permette anche di regolare la pressione sanguigna e migliora il funzionamento del cuore. Il cbd agisce anche sull’apparato digerente facilitando la digestione e riducendo il senso di nausea. Inoltre, questo olio essenziale, assunto attraverso il cibo o le bevande come gli smootie ad esempio consente di migliorare l’attività del fegato e far diminuire gli effetti negativi dell’assunzione di alcool e droghe.

L’applicazione cutanea

Uno degli utilizzi più benefici del cbd è quello cutaneo, l’azione dei cannabinoidi sulla pelle è estremamente efficacie per combattere tutte quelle patologie cutanee che causano rossori e prurito. L’olio di cbd (Acquista su TheWolfofCBD.it) è efficace contro la psoriasi e studi scientifici dimostrano i suoi effetti benefici anche contro l’acne. La capacità di ridurre il senso di prurito e il gonfiore permette di utilizzare questo ingrediente anche come cura naturale contro le punture degli insetti. Approfittare dei benefici dell’olio di cbd è semplice, si può utilizzare qualche goccia di olio essenziale insieme alla crema utilizzata solitamente oppure acquistare i prodotti a base di olio di cbd presenti in commercio.

L’assunzione per via orale

Uno dei metodi di assunzione più efficaci è quello per via orale. Assumere le gocce sotto la lingua oppure attraverso la mucosa orale permette di ottenere benefici immediati. Le ricerche confermano che dopo aver assunto oralmente le gocce di cbd queste inizieranno ad avere effetto in circa un’ora. Assunto secondo queste modalità, l’olio permette di diminuire il dolore causato dall’emicranea, senza prendere alcuna medicina ma quindi in maniera naturale. L’olio di cbd consente di ridurre il malessere causato da cattiva digestione o nausea o ancora, contrastare gli effetti dell’insonnia o dell’ansia in pochi minuti e senza dover assumere farmaci fin troppo pesanti.

Inalare l’olio di cbd

Mescolando qualche goccia di olio essenziale di cbd in acqua calda per creare dei suffumigi consente di ridurre i sintomi dell’influenza, raffreddore, naso chiuso e mal di gola. Inalare i fumi permette anche di ridurre i problemi connessi alla sinusite. Nel giro di qualche minuto, anche coloro che soffrono di asma possono trarre i benefici di questo ingrediente così prezioso.

Benefici per l’artrite

L’applicazione tipica dell’olio di cbd sulle mani permette di ottenere immensi benefici a coloro che soffrono di artrite. Questa patologia si presenta attraverso gonfiore, arrossamenti localizzati e difficoltà a muovere le mani con semplicità. L’olio, diminuisce in maniera sensibile la presenza di infiammazioni e gonfiore e facilita il movimento fluido delle mani. L’olio di cbd inoltre ha un secondo effetto molto importante, riesce a proteggere infatti le condizioni dei nervi presenti nella zona.

DiEleonora

Rimedi naturali per la forfora

La forfora è un problema del cuoio capelluto di cui soffre almeno il 50% circa della popolazione a partire dagli anni dell’adolescenza, ed è caratterizzata dalla desquamazione della pelle in zone più o meno ampie e visibile nella zona delle radici dei capelli.

Le Cause

La causa più comune è dovuta a un fungo chiamato Malassezia Furfur, questo si nutre di sebo da noi prodotto e generando acidi che accelerano il ricambio cellulare. Una causa scatenante può essere la produzione di sebo sopra la norma, causata da una sovrapproduzione degli ormoni androgeni.
Altre cause possono essere la pelle secca, la pelle grassa, crosta lattea, dermatite da contatto, psoriasi, debolezza del sistema immunitario o anche una situazione di forte stress.

Esistono vari rimedi naturali oltre ai classici farmaci.
L’alimentazione è la prima fase per avere un corpo sano, infatti sono svariati gli alimenti che ci danno un apporto di tutti quei nutrienti necessari a tenere sana la nostra cute.
Alcuni di questi sono: Cibi ricchi di antiossidanti che forniscono la pro vitamina A, vitamina C e vitamina E che sono presenti in moltissimi ortaggi, verdure., frutti e alcuni tipi di grano.
I cibi ricchi di omega 3 e omega 6, alghe e pesce ricchi di Acido docosaesaenoico e Acido eicosapentaenoico.
La frutta secca e diversi tipi di grano ricchi di Acido Linoleico.
Data l’esistenza di Cibi che aiutano a prevenire, al contrario ci sono anche cibi che aggravano o possono scatenare la comparsa della forfora. Possono essere i cibi ricchi di grassi idrogenati e grassi saturi, alcolici e anche cibi che causano allergie nel soggetto.

Rimedi Naturali

Ecco di seguito una lista dei rimedi naturali eseguibili da chiunque.

Aceto di mele
L’aceto di mele risulta essere un buon trattamento antiforfora perché la sua acidità cambia il ph del cuoio rendendo più difficile la proliferazione del batterio. Si mescola l’aceto con la stessa quantità di acqua, dopo di che si spruzza sulla testa e si lascia riposare circa 60 minuti prima di risciacquare.

Olio di Cocco                                                                                                                                                                                                                                 L’olio di cocco è un’altro rimedio efficace contro la forfora, si applicano 5 cucchiaini sulla cute e si massaggia; lasciamo riposare per un ora e laviamo il tutto con il normale sciampo. Inoltre ha di buono che lascerà un buon profumo di cocco dopo il trattamento

Olio di Oliva
L’olio di oliva tra tutte le sue proprietà benefiche ha anche quella di combattere e ridurre la forfora.
Utilizzabile in due modi: due cucchiaini sulla cute, massaggiare lasciando agire per mezz’ora prima di lavare normalmente la testa; oppure si possono applicare 10 gocce sulla cute la notte, massaggiando la stessa e lasciandola agire tutta la notte e la mattina seguente lavare normalmente la testa.

Aglio
Ebbene si, anche l’aglio può essere utilizzato come antiforfora grazie alle sue proprietà antimicrobiche, anche se al contrario dell’olio di cocco non lascerà un gradevole aroma sulla vostra testa. Applicarlo è semplice, tagliare uno spicchio d’aglio in due e sfregarlo sulla testa stando bene attenti ad arrivare al cuoio capelluto.

Bicarbonato di sodio
Questo di sicuro non mancherà in nessuna casa, in quanto è di sicuro una di quelle cose che in una dispensa non può mancare anche grazie alla sua versatilità di utilizzo.
Si applica in questo modo: come prima cosa i bagna la cute, poi si prende una manciata di bicarbonato e si mette sulla cute; iniziando a massaggiare la cute, il bicarbonato inizierà ad agire. Continuare il massaggio per cinque minuti, dopo di che lavare semplicemente la testa con l’acqua senza usare sciampo.

Olio di Malaleuca
L’olio di Malaleuca o noto anche come Tea Tree Oil viene estratto dalla pianta australiana malaleuca alternifolia detta anche albero del tè. Quest’olio ha delle portentose proprietà antibatteriche, antimicotiche, disinfettanti, cicatrizzanti e antisettiche.
Basterà quindi aggiungere 25 gocce di quest’olio al normale sciampo per vederne gli effetti.

Dilucaesperto

Le tinture per pelle adatte a tutti gli oggetti

Verniciare scarpe in pelle, sedili, divani o qualsiasi altra cosa necessiti di avere vita nuova è un processo che richiede impegno, passione e soprattutto scelta. Non ci si può rivolgere a chiunque, serve affidarsi a persone competenti, esperte nel settore, capaci di soddisfare ogni esigenza del cliente. Su https://www.verniceperpelle.it/ puoi trovare ciò che fa al caso tuo: rapporto qualità-prezzo garantito, professionalità e risparmio assicurato.

Tinture di qualità nel rispetto delle tue scarpe in pelle

Tutti gli outfit più eleganti hanno bisogno di un paio di scarpe in pelle che diano quel tocco di classe che mancava. L’eleganza, però, va conquistata e per farlo è importante scegliere le giuste tinture che diano una nuova vita alle tue scarpe in palle, garantendo colori sempre vividi e lucenti.

Vasta gamma di vernice spray per le tue scarpe in pelle

Il fai da te non sempre porta a risultati facili e sicuri. Serve avere pazienza e acquisire anche una certa dimestichezza per tinteggiare un prodotto così delicato quale può essere una scarpa in pelle, ma con l’impegno tutto riesce. Se a quest’ultimo si aggiunge una certa dose di facilità che solo una vernice spray può assicurare, allora il gioco è fatto. Con questo tipo di tinteggiatura potrai facilmente ricoprire ogni supercifie in pelle in tempi decisamente più rapidi, con maggiore accuratezza e precisione.

Angelus Paint Italia, la garanzia per i tuoi sedili in pelle

Un vero e proprio marchio di qualità, Angelus Paint Italia è il brand leader nel settore della verniciatura. Sia che si tratti di sedili nuovi, sia che ad essi si voglia dare un nuovo aspetto, è importante affidarsi a prodotti di qualità, a prezzi davvero competitivi.

Ampia varietà di colori per pittura per pelle: non ti resta che scegliere!

C’è solo l’imbarazzo della scelta: una gamma vastissima di tonalità di pittura per pelli ti aspetta. Dal più chiaro al più scuro, ogni colore ha la sua sfumatura che si adatta perfettamente a tutti i tipi di pelle.

Differenti tipi di vernici per i tuoi sedili in pelle

Vernici a base d’acqua, di alcool e sotto forma di tintura con consistenza e composizione diversa, ognuno con la propria palette dai colori vividi e luminosi. Serve solo scegliere il tipo di vernice più adatta ai tuoi sedili in pelle, che torneranno a splendere come prima.

La vernice ideale per la pelle della tua auto e per le tue scarpe in camoscio

Tutto a portata di un click, basta poco per scegliere prodotti di qualità, vernici che si adattano alla perfezione alla pelle della tua auto. Per non parlare delle scarpe in camoscio, che col tempo possono mostrare i segni dell’usura. Sembra quasi un’impresa rimetterle a nuovo, ma con la giusta tonalità di vernice le tue scarpe ritornerneranno a brillare come se fossero appena uscite da una boutique.

Scarpe e divani in pelle: il colorante adatto alle tue esigenze

Tanti sono i tipi di coloranti che potrai scegliere tra una vasta varietà di colori. Ogni prodotto vanta non solo di un marchio che è sinonimo di qualità, ma anche di sconti che assicurano prezzi sempre più vantaggiosi.

Il tuo divano in pelle potrà avere una nuova vita con la giusta vernice

I divani in pelle sono sempre molto difficili da pulire e lucidare. La pelle è delicata e può facilmente deteriorarsi con prodotti troppo aggressivi. Con questa vernice appositamente ideata per ogni tipo di pelle non ci sarà più il rischio di incappare in macchie o aloni. L’integrità e la lucentezza del tuo divano sono preservati con questa vernice di qualità.

Scegli la giusta tintura per le tue scarpe in pelle

Le scarpe in pelle hanno bisogno di cure e attenzioni, solo così possono essere sinonimo di raffinatezza. Serve acquistare la giusta tintura per riottenere la loro classica lucidità.

Facile e veloce: tingere le tue scarpe non è mai stato così divertente

La vernice per pelle è facile da applicare, basta qualche pennellata e in pochi minuti le tue scarpe saranno come nuove. Il colore dura a lungo e la sua brillantezza persiste, senza mai sbiadirsi.

Dilucaesperto

Il trapianto di capelli e le varie tecniche

L’autotrapianto di capelli consiste nel prelevare dalla zona della nuca, dove normalmente sono presenti più capelli, delle unità follicolari da impiantare nelle aree della testa con minor densità di capelli.
Un intervento permette di realizzare tra i 200 e i 300 microinnesti, secondo il numero dei componenti dell’equipe medica e la dimensione delle zone su cui intervenire.

La lunga evoluzione di tale tecnica e gli enormi passi avanti degli ultimi anni, hanno portato a risultati davvero convincenti e molto lontani dal cosiddetto “effetto bambola”, tipico degli albori, in cui il trapianto recava come principale difetto la ricrescita degli antiestetici “ciuffetti”, simili alla capigliatura delle bambole.

L’efficacia dell’autotrapianto

Questa tecnica permette di ottenere ottimi risultati, basti pensare che la percentuale di successo dell’autotrapianto di capelli è attestata intorno al 95%.
La ricrescita comincia dopo 2-4 mesi dall’operazione, alla velocità di 1cm al mese, fino ad arrivare ad un risultato evidente in 6-12 mesi.
Si possono ottenere ulteriori miglioramenti, a lungo termine, adottando una terapia contro l’avanzamento della naturale calvizie.

Vantaggi e svantaggi dell’autotrapianto

Vantaggi

  • L’effetto estetico è naturale e gradevole, in quanto i capelli sono veri e dello stesso colore del paziente;
  • Permette di riequilibrare la distribuzione dei capelli;
  • I segni dell’intervento sono notevolmente discreti;
  • L’anestesia locale permette di subire l’operazione senza provare dolore;
  • Non c’è rischio di rigetto.

Svantaggi

  • Si tratta, ad ogni modo, di un intervento chirurgico a tutti gli effetti, sotto anestesia locale;
  • Bisogna formulare un piano operatorio e considerare più interventi, nel corso di diversi anni, per anticipare delle eventuali e future perdite;
  • Il costo di un’operazione di questo tipo è piuttosto elevato.

La tecnica del microinnesto

Ogni intervento dura mediamente dalle 2 alle 4 ore e permette al paziente ritornare a casa il giorno stesso, dopo un breve periodo di osservazione.

Prima fase

Si comincia con un’anestesia locale, che addormenta la parte di cuoio capelluto che sarà prelevata dalla zona occipitale, un lembo chiamato “zona donatrice”, lungo circa 8-10cm e largo circa 1-2cm. La pelle viene successivamente suturata, per favorire una corretta cicatrizzazione.

Seconda fase

Il chirurgo (o i chirurgi nel caso di un’equipe più numerosa) ritaglia minuziosamente e accuratamente il lembo in modo da ricavarne gli innesti – le unità follicolari da 1-4 capelli –  da trapiantare nella parte da rinfoltire.

Terza fase

Gli innesti vengono trapiantati uno ad uno, nelle varie aree calve o nelle stempiature, le cosiddette “zone riceventi”: in genere, le unità follicolari mono e bibulbari vengono impiantate, sulla parte frontale, mentre quelle pluribulbari, nella parte posteriore, per garantire un risultato visivamente armonioso.
Appartenendo al paziente stesso, questi innesti non provocano il rischio di rigetto