Ristrutturare casa: le diverse tipologie di impianto elettrico ed idraulico

DiSilvia

Ristrutturare casa: le diverse tipologie di impianto elettrico ed idraulico

Spesso o almeno una volta all’anno, si decide di procedere con degli interventi volti a migliorare l’aspetto e la funzionalità della propria abitazione, come ad esempio la sostituzione del pavimento, degli infissi ma anche le operazioni atte a rinfrescare le pareti.

Un altro intervento che meriterebbe di essere rinnovato, riguarda la sostituzione degli impianti vecchi, soprattutto nel caso dell’impianto elettrico ed idraulico che svolgono un ruolo centrale in tutte le case.

Spesso per procedere a questi interventi si chiama il personale specializzato, ma può partire dal proprietario di casa l’idea di suggerire delle idee in grado di appagare le proprie esigenze.

Un impianto in grado di garantire forniture elettriche migliori

Poter disporre di un impianto in grado di assicurare forniture elettriche degne di supportare la potenza degli elettrodomestici, facilita l’utilizzo degli stessi e migliora sicuramente la qualità di vita degli abitanti della casa.

L’impianto elettrico di una casa può essere di tre tipi:

  • impianto elettrico base: è molto facile da installare, in quanto prevede degli elementi di base come il citofono, il salvavita e il termostato, e si può sviluppare un ampliamento del 15%;
  • impianto elettrico classico: riesce ad essere più versatile poiché dispone di più prese e presenta un videocitofono con un sistema di allarme che garantisce la protezione dell’abitazione senza alterare i consumi;
  • impianto elettrico domotico: rappresenta sicuramente la scelta più moderna, e permette di controllare questo sistema elettrico da remoto così come l’allarme, le fughe di gas e gli allagamenti imprevisti, in modo da poter intervenire in maniera tempestiva in caso di guasti.

Ovviamente la scelta verrà improntata in base alle esigenze degli abitanti, e verrà concordata con i professionisti atti a svolgere il lavoro che installeranno le prese in base alle necessità, e sviluppando la possibilità di ampliare il sistema in futuro.

Un impianto idraulico in grado di garantire le funzioni basilari

Anche l’impianto idraulico è molto importante, in quanto questo sistema deve garantire la pressione dell’acqua in tutta la casa, e quindi bisogna scegliere una squadra tecnica che sia in grado di svolgere questi lavori.

Una volta per sostituire questo impianto, si doveva procedere distruggendo le pareti piuttosto che le mattonelle delle zone coinvolte, mentre ora i tubi vengono ispezionati attraverso un sistema in grado di individuare le eventuali perdite e risolvere il problema senza causare danni conseguenti.

Di recente invenzione sono i tubi multistrato, che presentano degli innesti rapidi, precisi e duraturi che non richiedono grandi tempi di posa.

Ci si può inoltre avvalere dei sistemi silenziosi che insonorizzano il materiale e riducono i rumori emessi dall’acqua.

Lavori a regola d’arte grazie alla certificazione

Ovviamente per poter svolgere al meglio questi lavori, bisogna far sì che i professionisti implicati negli interventi di ristrutturazione siano in grado di rilasciarci la dichiarazione di conformità.

Questa dichiarazione è stata introdotta nel 2008 ed è stata sostituita dal decreto del 2010 che prevede di mettere a norma tutti gli impianti elettrici del passato, in modo da diminuire gli incidenti domestici.

Questa dichiarazione è obbligatoria per impianti idraulici, elettrici, di riscaldamento, di climatizzazione e antincendio, e di tutti gli accessori collegati al sistema radiotelevisivo, ma anche a quelli rivolti alla protezione in caso di scariche elettriche, che possono essere propagate in seguito a delle condizioni climatiche avverse.

Questo tipo di documentazione deve essere rilasciata necessariamente ogni volta che un impianto viene sostituito o realizzato, e anche in seguito alla manutenzione da parte della ditta che si è occupata di questi processi.

Essa può essere presentata attraverso la compilazione di un modello classico, dove si inseriscono i dati del proprietario, quelli dell’impresa che si è occupata dei lavori, il tipo di impianto e i materiali utilizzati. Essa andrà aggiunta all’iscrizione camerale della ditta che se n’è occupata.

Info sull'autore

Silvia author

Lascia una risposta