Trend del 2020 del mondo dell’architettura

DiGenga

Trend del 2020 del mondo dell’architettura

All’interno di questo articolo parleremo del mondo dell’architetettura, come si evolve, che cosa sta cambiando e quali sono i trend e le mode che ci aspettano per questo anno solare.

Basta fare un giro nelle principali città e capitali del mondo per accorgersi che l’architettura sta cambiando profondamente e lo fa a vista d’occhio. Cambia la demografia, cambiano gli stili architettonici e, soprattutto, migliorano i metodi di costruzione che modificano di conseguenza l’espressione artistica. Siamo partiti nel lontano passato dal legno, passando per i mattoni di ghisa fino ad arrivare al vetro e l’acciaio: dove arriveremo in un futuro che probabilmente non è così tanto lontano? Come saranno le case tra 50 anni anni? E gli uffici commerciali?

Vita indoor e outdoor

Mentre i nostri primi domicili miravano a fornire la massima protezione dagli elementi possibile, l’architettura di oggi abbraccia la vita indoor-outdoor. Ciò significa creare stanze che si aprono senza sforzo verso l’esterno con i sistemi di porte in vetro NanaWall e massimizzare lo spazio esterno, anche se ciò significa dirigersi verso il tetto. In effetti, secondo l’American Institute of Architects 2017 Home Design Trends Survey, lo spazio abitativo all’aperto (fino al 20 percento) e le coperture del tetto (fino al 125 percento) sono state le due caratteristiche domestiche richieste in più rapida crescita. In questa casa di Ogden Avenue a Jersey City Heights, troverai un’abbondanza di entrambi, tra cui due balconi, un ampio ponte all’ultimo piano con piscina e attico, oltre a un solarium sul tetto – il tutto avvolto da viste mozzafiato su Manhattan.

Domotica e smart home

Chiunque abbia uno smartphone o un altoparlante ad attivazione vocale, come Amazon Echo o Google Home, conosce la praticità delle funzioni domestiche che possono essere controllate tramite un semplice scorrimento, un enunciato o un pannello video interno. Queste funzionalità non sono solo convenienti, ma molte, tra cui illuminazione e controllo del riscaldamento / raffreddamento, possono ottenere reali vantaggi sulle bollette mensili. Per gli architetti, la sfida diventa la creazione di spazi per ospitare tutti i meccanici e il cablaggio necessario che li accompagna.

Ecosostenibilità

Secondo la U.S.Energy Information Administration (EIA), gli edifici consumano quasi la metà di tutta l’energia prodotta negli Stati Uniti e sono responsabili di quasi la metà delle emissioni di CO2. Non sorprende che la tendenza sia verso la creazione di edifici più efficienti dal punto di vista energetico, ma anche per lo sviluppo di case che utilizzano e perdono meno energia. L’apice di questo tipo di design è una casa a zero zero che non ha letteralmente alcun consumo netto di energia. Ciò si ottiene non solo riducendo il consumo di energia, ma aggiungendo la creazione di energia sul sito, in genere sotto forma di pannelli solari. Anche se net-zero è un obiettivo troppo elevato, gli architetti sono invitati a implementare il maggior numero possibile di funzioni sostenibili, tra cui involucri edilizi ben sigillati, isolamento efficiente, finestre a più vetri ed elettrodomestici e sistemi ad alta efficienza energetica.

Info sull'autore

Genga author

Lascia una risposta