Come eliminare calli e duroni

Diadmin

Come eliminare calli e duroni

La formazione di calli e duroni è una eventualità piuttosto frequente, tanto negli sportivi quanto nei sedentari. Spesso, infatti, basta una calzatura non adeguata per ritrovarsi con questi disturbi.

Fino a un certo punto, calli e duroni non sono granché fastidiosi. Se ignorati, però, possono portare a complicanze anche abbastanza serie. Da qui, la necessità di intervenire per tempo, prima che il problema assuma una rilevanza sanitaria.

Come fare? Di base, è bene fare riferimento a un centro estetico che si occupi anche di problemi funzionali, e non solo estetici. Non è difficile reperirlo, a prescindere dall’area geografica. Tra cercare un buon centro specializzato in pedicure Palermo e cercarlo a Roma, Milano o anche nelle piccole città la differenza è minima.

Vale la pena approfondire la questione, elencando anche i rischi che si corrono se non si interviene prontamente.

La differenza tra calli e duroni

Prima di tutto, occorre comprendere la differenza tra calli e duroni. Infatti, spesso vengono vengono considerati a torto dei sinonimi.

Sulla definizione di calli c’è poco da dire, nel senso che è conosciuta da tutti. In genere sono abbastanza piccoli e piuttosto morbidi, e possono comparire tanto sulla pianta del piede quanto sulle dita. I calli sono causati principalmente da traumi da sfregamento: quando una porzione di piede viene sollecitata, può sviluppare un callo.

Discorso parzialmente diverso per i duroni. Questi sono sì frutto di un trauma da sfregamento, ma soprattutto da calzature poco adatte. Ecco che la porzione interessata è molto più grande. Inoltre, spiccano per una parte centrale decisamente dura, che non di rado causa dolore. Nella stragrande maggioranza dei casi, i duroni si sviluppano sul tallone, che subisce l’influsso delle calzature poco adeguate. Possono però svilupparsi anche sulla pianta del piede.

Calli e duroni non curati: le conseguenze

La soluzione migliore è…. Prevenire. Non è poi così difficile: basta prendersi cura dei piedi. In primis, indossando calzature adeguate. In secondo luogo, lasciando il piede “libero” più a lungo possibile, in modo che possa guarire spontaneamente dai traumi per sfregamento. Va detto che rispettare queste indicazioni spesso è complicato, se non impossibile. Il riferimento è ai casi in cui il piede è vittima di imperfezioni, come il dito a martello, l’alluce valgo o dimorfismo dell’arco plantare (piede piatto o piede cavo).

Soprattutto in questi casi, è bene acquistare calzature di tipo ortopedico e su misura. Se pensate a calzature “strane”, che possano in qualche modo evidenziare la presenza di un disturbo, vi sbagliate. I modelli ortopedici sono indistinguibili rispetto a quelli standard, almeno dall’esterno. Ovviamente, costano molto di più.

I calli in genere non fanno male e, fino a un certo punto, nemmeno i duroni. Tuttavia, se ignorati per troppo tempo, determinano una sintomatologia dolorosa. Ciò che è peggio, possono degenerare in complicanze molto serie. Il riferimento è alle infezioni, causate dal danneggiamento della pelle che ricopre calli e duroni. Essa, per quanto possa apparire strano vista la consistenza diversa, è più debole.

La soluzione a calli e duroni

Il consiglio dunque è di risolvere calli e duroni prima che degenerino in problema sanitario. Anche perché in quel caso è necessario fare riferimento a un medico. Nelle fasi precedenti, basta un esperto di pedicure. Ovviamente, non pedicure qualsiasi, bensì “curativa”. La pedicure curativa si contraddistingue non solo per gli scopi, ma anche per la strumentazione adeguata. Tra creme antibiotiche e lenitive, e utensili specifici, le differenze rispetto alla normale pedicure estetica si fanno sentire.

Dunque, fate riferimento a un buon centro estetico. Ovvero a un centro che goda già di buona reputazione e che integri all’interno delle sue attività l’eliminazione di calli e duroni.

Info sull'autore

admin administrator